La sinusite: quando i virus del raffreddore colpiscono i seni paranasali

La sinusite: quando i virus del raffreddore colpiscono i seni paranasali

Naso tappato da muco denso, sensazione di stordimento e di oppressione alla testa che costringe a rimanere a letto. Sono questi i classici sintomi della sinusite, che causa l’infiammazione di uno o talvolta anche più seni paranasali (seni mascellari, frontali, sfenoidali ed etmoidali).

Quando rivolgersi al medico

In genere la sinusite, se curata correttamente, passa nel giro di due settimane. Per contrastare l’infezione si può ricorrere a gocce, spray o lavaggi nasali e altri prodotti ad azione mucolitica, mentre per il mal di testa è utile assumere analgesici antinfiammatori (paracetamolo e ibuprofene). Di norma la sinusite non dà complicazioni. Bisogna però consultare il medico se compaiono i seguenti sintomi:

  • perdita di sangue dal naso abbondante o ripetuta
  • dolori forti (alla testa, ai denti o agli occhi) nel piegarsi in avanti
  • disturbi della vista
  • gonfiore intorno agli occhi o anche in corrispondenza della fronte e delle orbite
  • segni di intorpidimento sul viso
  • febbre > 38,5 °C
  • o in caso di evidente peggioramento dei sintomi dopo una fase di ripresa.

Se la sinusite dura più di dodici settimane, si parla di sinusite cronica. In questo caso è indispensabile rivolgersi al medico ed effettuare ulteriori accertamenti.

Rafforzare il sistema immunitario e prevenire le infezioni

La soluzione più semplice per sfuggire alle infezioni è evitare il contatto diretto con persone raffreddate e lavarsi le mani spesso e in modo accurato (come descritto nel consiglio per la salute Lavarsi correttamente le mani). «Durante la stagione fredda, se si frequentano spesso luoghi pubblici e affollati è consigliabile utilizzare salviettine igienizzanti monouso per pulirsi le mani», spiega Silke Schmitt Oggier, responsabile medico di santé24. Poiché non esistono misure preventive specifiche per la sinusite, si consiglia di seguire le regole più comuni per proteggersi dalle infezioni alle vie respiratorie: ad esempio, seguire un’alimentazione varia e bilanciata, fare movimento regolarmente, dormire bene e a sufficienza, assumere una quantità adeguata di liquidi, rinunciare al fumo e al consumo eccessivo di alcol.

Prevenzione

SWICA vi aiuta a proteggervi in modo ottimale da malattie e infezioni: con i contributi dalle assicurazioni complementari COMPLETA PRAEVENTA e OPTIMA, partecipa a numerose misure di prevenzione eseguite da un partner o un offerente riconosciuti da SWICA. Rientrano nella prevenzione le misure intese a impedire o contenere l’insorgere di determinati disturbi della salute e malattie e i loro effetti negativi.